Impianti Dentali

Quando un dente non è più restaurabile deve essere estratto.  …e dopo?

Salvo particolari casi esso dovrà essere ripristinato : gli impianti dentali offrono questa possibilità senza doversi “attaccare” ai denti vicini, rovinandoli o caricandoli di un peso che non sopporterebbero. La pratica degli impianti moderni inizia nel 1965 e ad oggi milioni di impianti sono nelle bocche di tantissime persone.

Gli impianti dentali tradizionalmente nascono in Titanio, un metallo che permette la crescita ossea sulla loro superficie ( osteointegrazione), trattenendoli come veri propri denti all’interno delle ossa mascellari.

Da fine anni 90 un nuovo materiale ha cominciato ad essere usato per la costruzione degli impianti : la Zirconia (un materiale similceramico)

impianti dentali in zirconia
impianti dentali in zirconia

Dopo la fase sperimentale questi impianti hanno piano piano guadagnato la stima dei clinici per i loro vantaggi:

  • alta biocompatibilità
  • basso indice di adesione alla placca batterica
  • estetica eccellente
  • bassa conducibilità elettrica

gli impianti in Zirconia (ceramica) diventano perciò una scelta perfetta per chi cerca un prodotto ad alta biocompatibilità, che non generi fenomeni elettrogalvanici o elettrocorrosivi in bocca o semplicemente per chi non gradisce avere metalli nel proprio organismo.

Vuoi saperne di più? clicca qui !